Milano sempre più vip Fondazione Carriero

Seguitemi su Rivista OK ARTE on line

Se ancora non la conoscete, vi segnalo la Fondazione Carriero, in via Cino del Duca 4 a Milano, inaugurata nel 2015. Le ragioni sono diverse. La sede della Fondazione si trova in un magnifico palazzo in mattoni rossi del quindicesimo secolo, uno dei pochi rimasti in città, riadattato allo scopo da Gae Aulenti. Il secondo, perché la Fondazione ha deciso di aggiungere lustro a questa Milano, che si vuole ricollocare a pieno titolo tra le più importanti capitali dell’Arte e non solo. La terza ragione riguarda l’alto livello delle mostre e degli artisti proposti, oltre al valore indiscusso dei curatori, l’architetto Rem Koolhaas e  il curatore Francesco Stocchi. L’artista in mostra in questo momento fino all’ 8 aprile, è Sol LeWitt, uno dei padri dell’arte concettuale. I suoi principi hanno cambiato l’Arte, e restano tuttora validi. A chi desiderasse spiegazioni, oltre quelle scritte nel volumetto che vi consegneranno, un simpatico e preparatissimo giovanotto vi darà ragguagli dal vivo, avendo seguito i montaggi e conoscendo la filosofia dell’artista. A dieci anni dalla morte, supportati dalla fondazione dell’artista in America, senza la quale non si possono montare le opere, si è voluto riesaminare il rigoroso lavoro di Sol Le Witt. Se state passando per piazza San Babila e non siete di fretta, è fatta, siete a due passi dalla Fondazione Carriero. Ho trovato la visita davvero interessante.

Fatemi sapere cosa ne pensate….

Per maggiori dettagli, leggete il mio articolo su OK ARTE : http://okarte.it/

Mi trovate anche su LINKEDIN :  https://www.linkedin.com/feed/

10 commenti su “Milano sempre più vip Fondazione Carriero”

  1. Ciao, si è proprio vero, anch’io non conoscevo la fondazione e sono andata a vedere. Bellissimo il palazzo è davvero interessante la mostra. Grazie della segnalazione

  2. Spero di riucire a passare da Milano per vedere questa mostra, grazie Clare per l’informazione e la presentazione, spero di leggerti presto

    1. Spero tu faccia in tempo a vedere questa mostra, finisce il 2, comunque puoi vedere la Fondazione o l’eventuale nuova mostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *